di Terra e d’Acqua2018-09-19T22:43:08+00:00

Project Description

di Terra e d’Acqua

Chi non conosce Venezia l’immagina splendida, monumentale, poetica, romantica. Un’immagine costruita su luoghi comuni.

Chi vi ha trascorso qualche giorno di vacanza ne custodisce un ricordo sospeso fra la magnificenza dei suoi edifici, delle opere d’arte in questi racchiuse, e la confusione generata dalla moltitudine frenetica dei turisti che affollano le sue calli ed i suoi campi.

Chi ha la fortuna di frequentarla con una certa regolarità si accorge ben presto che il patrimonio che la definisce va oltre gli edifici regali e le opere d’arte, oltre i musei e le chiese, oltre la patina dorata del glamour.

Avventurandosi per le calli, i campi e le isole della laguna meno frequentate viene fuori la sua vera indole, autentica perché preesistente a quella della città turistica. Una natura fatta di fitte relazioni fra pezzi di terra strappati alla laguna e le vie d’acqua che li connettono.

Nel rapporto scambievole fra terra ed acqua Venezia trova la propria definizione: la sua apertura alle culture molteplici ed agli scambi. È l’acqua che stabilisce i confini, ed al contempo li estende all’infinito, limita gli spostamenti, comprendendo in essi il mondo intero.

Guardare Venezia dall’acqua, questo occorre fare, per comprenderne beatitudini e maledizioni, abbondanze e povertà, nobiltà e miserie. Perché la bellezza di Venezia è come la bellezza delle vita: imperfetta eppure unica.

 by Ground and by Water

Who do not know Venice, imagine it splendid, monumental, poetic, romantic. An image built on common places.

Who have spent a few days on holiday in the city, have a memory suspended between the magnificence of its buildings, the art works and the confusion generated by the frenetic crowd of tourists who fills its “calli” and its “campi”.

Who is lucky enough to attend it regularly, will soon realize that the city heritage goes beyond regal buildings and art works, beyond museums and churches, beyond the golden glamour patina.

Venturing through the less frequented places, its true nature stands out, authentic because it is ancient the touristic one. A nature made of close relationships between pieces of land and the waterways that connect them.

In the exchange relationships between land and water, Venice finds its own definition: its openness to multiple cultures and exchanges. The water establishes boundaries, and at the same time extends them to infinity, limits movement, including in them the whole world.

You have to look Venice from the water to understand beatitudes and curses, abundance and poverty, nobility and misery. Because the beauty of Venice is like the beauty of life: imperfect yet unique.

di Terra | by Ground

d’Acqua | by Water